Avviso bonario telematico rielaborato: quanti giorni per pagare la rata? Risposta al volo

Quanti giorni si hanno per pagare la prima (o unica) rata derivante dall’avviso bonario telematico?
L’Agenzia delle Entrate pretende il pagamento in 30 giorni ma la Legge prevede diversamente.

risposte ai dubbi fiscali di commercialista telematico

 

 

Tempi di pagamento della rata dell’avviso bonario telematico: l’Agenzia delle Entrate è in errore!

 

La risposta è negativa.

L’Agenzia delle Entrate utilizza una prassi che, a rigor di norma, è errata. Di seguito spieghiamo il perché.

L’art. 2-bis del DL 203/2005 sancisce, al comma 1 lettera a), che l’avviso bonario telematico va portato a conoscenza dei contribuenti interessati nei termini di trenta giorni.

L’art. 2 comma 2 del DLgs. 462/97 prevede che il ruolo non viene formato e le sanzioni sono ridotte al terzo se le imposte, le sanzioni e gli interessi (o la prima rata) sono pagate entro trenta giorni dal ricevimento dell’avviso bonario, ovvero dell’avviso definitivo contenente la rideterminazione in sede di autotutela delle somme dovute, a seguito dei chiarimenti forniti dal contribuente.

L’art. 2-bis comma 3 del DL 203/2005 stabilisce infine che il termine dei trenta giorni decorre dal sessantesimo giorno successivo a quello di trasmissione telematica dell’avviso bonario, in ciò non distinguendo tra la fattispecie di primo avviso bonario, e avviso bonario scaturente da correzione parziale.

Non vi possono essere dubbi che anche il nuovo avviso bonario (ossia quello emesso dopo lo sgravio parziale) beneficia del “termine dilatorio” dei sessanta giorni, spirato il quale decorrono i trenta per definire.

In altre parole, la definizione deve in ogni caso avvenire entro 90 giorni.

Purtroppo, secondo gli uffici l’attivazione del contraddittorio tra intermediario abilitato e Amministrazione finanziaria, “trasforma” il termine, che non è più di novanta giorni ma di trenta giorni.

Pertanto, esemplificando, se l’intermediario, il giorno dopo la ricezione dell’avviso, contatta l’Ufficio con il CIVIS, e questo risponde dopo due giorni riducendo la pretesa, il termine entro cui definire sarebbe di trenta giorni decorrenti dal secondo avviso bonario e non più di novanta dalla “notifica” della rielaborazione dell’avviso bonario.

L’interpretazione, per quanto visto, è contraria al dato normativo; d’altronde anche il secondo avviso bonario è comunicato all’intermediario in via telematica, e non al contribuente, sicchè siamo sempre nella medesima fattispecie.

 

Pagamento della rata dell’avviso bonario entro 90 giorni: legittimo ma “pericoloso”

 

E’ fin troppo evidente che beneficiare di 90 giorni per pagare la prima rata (o unica) di un avviso bonario rielaborato significa andare incontro ad una sicura cartella esattoriale del Fisco, che disconoscerà (illegittimamente) la tempestività del pagamento.

Tuttavia, la constatazione svolta potrebbe servire a recuperare situazioni ormai compromesse, quali ad esempio di un cliente che si presenta con la cartella derivante da una decadenza da rateizzazione, per tardivo pagamento della prima rata (effettuato dopo i 30 giorni dalla notifica dell’avviso bonario rielaborato, ma entro i 90).

In tal caso, infatti, un ricorso avverso la cartella esattoriale porterebbe sicuramente al riconoscimento delle ragioni del contribuente e dunque al riconoscimento della tempestività della prima o unica rata.

 

Su questo argomento leggi anche: Avviso bonario per tardivo pagamento: entro 90 giorni di ritardo la sanzione ridotta non è il 10% ma il 5%

 

Risposta a cura di Danilo Sciuto

Lunedì 11 Novembre 2019

 

 

Risposte al volo di Commercialista Telematico

Le “risposte al volo” del Commercialista Telematico nascono dal nostro forum e dal nostro gruppo Facebook “Commercialista Telematico: la Comunità”: sono risposte veloci e pratiche ai…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it