Il modello Redditi SC 2019: le novità

di Fabio Carrirolo

Pubblicato il 20 giugno 2019

Il modello Redditi SC 2019, relativo al periodo di imposta 2018, accoglie alcune importanti novità normative che interessano la determinazione del reddito delle società di capitali in tale annualità. Vediamo approfonditamente quali novità influenzeranno la predisposizione del modello: il caso del terzo settore, l'abrogazione dell'ACE, l'iperammortamento, gli aiuti di Stato, le rivalutazioni....
[caption id="attachment_147728" align="alignright" width="329"]dichiarazione dei redditi 2019 anno d'imposta 2018 Puoi leggere tutti i nostri approfondimenti sui Redditi 2019 qui >[/caption]

Il modello Redditi SC 2019, relativo al periodo di imposta 2018 (per i soggetti “solari”), è strutturato in modo da accogliere le importanti novità normative che interessano la determinazione del reddito delle società di capitali in tale annualità.

In alcuni casi, si tratta del “recupero” di modalità di tassazione ed agevolazione già vigenti in anni pregressi, che si misurano con gli aggiornamenti “in progress”, soprattutto dopo la legge di bilancio 2019.

In particolare si segnalano le novità che interessano:

 

 

Redditi SC 2019: il terzo settore

Una serie di novità interessano i rapporti tra le “imprese IRES” e il mondo del terzo settore, recentemente innovato prima dal D.Lgs. 3.7.2017, n. 117 (codice del terzo settore - CTS), e successivamente dal D.Lgs. 3.8.2018, n. 105, entrato in vigore l’11.9.2018.

Il CTS ha realizzato una vasta riforma della materia, abrogando contestualmente le leggi sul volontariato (n. 266/1991), quella sulle associazioni di promozione sociale (n. 383/2000) e buona parte della normativa che ha fin qui disciplinato le Onlus (D.Lgs. n. 460/1997).

Con specifico riferimento alle società di capitali, occorre considerare le disposizioni, e le relative indicazioni “dichiarative”, che consentono di attribuire rilevanza alle erogazioni liberali (i cui beneficiari possono essere gli enti del Terzo Settore – ETS).

 

Il trattamento delle erogazioni liberali

Guardando al modello Redditi SC 2019, in particolare, nel rigo RN1 (colonna 1B), vanno indicate le liberalità (in denaro o in natura), deducibili nel limite del 10% del reddito dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui (art. 14 commi 1-6 del D.L. 14.3.2005 n. 35, convertito dalla legge 14.5.2005 n. 80, come modificato dall’art. 99 comma 3 del D.Lgs. 3.7.2017, n. 117).

Dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31.12.2017 (dal 1° gennaio 2018 per i soggetti “solari”), la deducibilità prevista dal citato art. 14 spetta solamente per le erogazioni liberali a favore delle fondazioni ed associazioni riconosciute aventi per oggetto statutario la tutela, la promozione e la valorizzazione