Contributi ridotti per forfettari: il 28 febbraio scade il termine per accesso o rinuncia al -35%

Contributi ridotti per forfettari: il 28 febbraio scade il termine per accesso e rinunciaÈ in scadenza il prossimo 28 febbraio la domanda per l’accesso al regime di contribuzione agevolata (-35%) per i soggetti iscritti alla Gestione artigiani e commercianti aderenti al regime forfettario di cui alla L. n. 190/2014 come modificata dalla L. n. 208/2015.

A seguito delle modifiche apportate da ultimo con la Legge di Bilancio 2019 al regime forfettario, nulla è però cambiato con riferimento all’accesso ai contributi agevolati: purché permangano i requisiti per l’accesso al regime forfettario, è possibile infatti accedere a tale regime contributivo facoltativo e volontario, per il quale è necessario effettuare un’apposita domanda all’INPS.

È in scadenza inoltre anche il termine per la rinuncia al regime contributivo agevolato, non solo per i soggetti che perdono i requisiti entro il 31 dicembre dell’anno precedente, ma anche per quei soggetti che volontariamente decidono di ritornare al regime contributivo ordinario dal 1° gennaio 2019: per tali soggetti, essendo difficile stimare entro il 31 dicembre se si è verificata la perdita dei requisiti, l’INPS consente ora di inviare la rinuncia entro il 28 febbraio dell’anno successivo.

Contributi ridotti per i forfettari

Come noto, gli imprenditori individuali iscritti alla gestione Inps artigiani e commercianti i quali abbiano aderito al regime forfettario, possono decidere di accedere anche al regime contributivo agevolato ai sensi della L. n. 190/2014, come modificata dalla L. n. 208/2015, purché si trovino nella circostanza di possedere specifici requisiti e trovarsi nelle condizioni previste.

La contribuzione dovuta – sia quella sul reddito entro il minimale, sia quella sul reddito eccedente il minimale – viene ridotta del 35% rispetto alle normali regole da seguire per il versamento della contribuzione previdenziale alla gestione di appartenenza, in caso di accesso al regime di cui alla L. n. 190/2014. Esso è accessibile in maniera volontaria: ciò significa che non si accede automaticamente alla contribuzione ridotta per il solo fatto di essere rientrati nel regime forfettario, ma che tale accesso sarà consentito solamente a domanda dell’interessato all’Istituto previdenziale.

Le modifiche al regime forfettario apportate dalla Legge di Bilancio 2019 – Legge n. 205/2018 – hanno inoltre reso molto più allettante l’accesso a tale regime con l’aumento di ricavi e compensi percepiti nell’anno e con l’applicazione di una “flat tax”, pur permanendo la possibilità di ridurre l’onere contributivo del 35% in presenza dei requisiti per l’accesso al regime fiscale.

I soggetti interessati

Come noto, la Legge 23 dicembre 2014, n. 190, ossia la Legge di Stabilità 2015, con l’art. 1, commi 76-84, ha introdotto un regime contributivo agevolato per i soggetti che possiedono i requisiti e si trovano nelle condizioni previste ai precedenti commi 54 e ss., i quali individuano la platea dei soggetti interessati al regime fiscale agevolato in coloro che si trovino ad essere persone fisiche esercenti attività d’impresa, titolari di una o più ditte individuali, anche organizzate in forma di impresa familiare, che nell’anno precedente abbiano conseguito e sostenuto un determinato ammontare di ricavi e costi (vedasi modifiche introdotte con la L. n. 205/2018). Tali soggetti – per i quali a partire dal 2019 cambia l’ammontare di ricavi e costi per poter rientrare in tale regime – possono scegliere anche di beneficiare delle agevolazioni di carattere previdenziale.

Con riferimento alle attività imprenditoriali che attribuiscono il diritto ad usufruire dell’agevolazione, è possibile consultare l’elenco, suddiviso per codice ATECO, come sostituito dal comma 112 della L. n. 208/2015 (rinvenibile anche nell’allegato 2 alla Circolare INPS n. 35/2016).

Le caratteristiche della contribuzione agevolata

Ai fini della determinazione della contribuzione dovuta alla Gestione artigiani e commercianti, ai sensi…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it