Redditi 2018 Società di capitali: il superammortamento e il quadro RF

Nel modello redditi 2018 società di capitali sono stati inseriti nel quadro RF, nel rigo RF55 i codici 50 e il codice 57 in relazione al cd. superammortamento per l’inserimento del maggior valore delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria relativi agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, esclusi i veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui all’art.164, comma 1, del DPR 917/86

La legge di Bilancio 2017, veicolata nella legge 205/2017, proroga, in misura diversa e con alcune eccezioni, il cd. superammortamento/iperammortamento, e cioè l’agevolazione fiscale relativa agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi introdotta dalla legge di Stabilità 2016 e già prorogata dalla legge di Bilancio 2017.

Cosa prevede la normativa

La legge di Stabilità 2016, aveva introdotto, per gli acquisti di «beni materiali strumentali nuovi» effettuati entro il 31 dicembre 2016, la disciplina del c.d. «superammortamento», caratterizzato dalla possibilità per l’imprenditore e il lavoratore autonomo di maggiorare il costo di acquisizione del 40 per cento ai soli fini delle imposte sui redditi e con esclusivo riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing.

L’art. 1, co. da 8 a 13, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, cd. legge di Bilancio 2017, ha previsto la «proroga» e il «rafforzamento» della disciplina relativa alla maggiorazione del costo di acquisizione di determinati beni ai fini della deduzione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria.

Il co. 8, dell’art. 1, della legge di Bilancio 2017 proroga, ad eccezione di alcuni beni, la disciplina relativa al superammortamento in relazione agli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2017 (o, al ricorrere di determinate condizioni, consegnati entro il 30 giugno 2018).

I co. 9 e seguenti introducono, accanto al super ammortamento, una nuova disciplina che prevede la possibilità, per i soli titolari di reddito d’impresa, di maggiorare il costo di acquisizione in misura «rafforzata» per:

  • gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017 (o, come sopra indicato, entro il 30 giugno 2018), che sono funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave «Industria 4.0»; si tratta di beni ad elevatissima tecnologia, interconnessi, elencati nell’allegato A, alla legge di Bilancio 2017, per i quali la maggiorazione è riconosciuta nella misura del 150 per cento del costo di acquisizione (c.d. «iper ammortamento»);
  • gli investimenti in determinati beni immateriali strumentali effettuati, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017 (o, al ricorrere di determinate condizioni, entro il 30 giugno 2018), da soggetti che beneficiano dell’iperammortamento; si tratta di beni come software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni, elencati nell’allegato B alla legge di Bilancio 2017, precedentemente esclusi dalla disciplina del super ammortamento, per i quali la legge di Bilancio 2017, ha riconosciuto una maggiorazione del 40 per cento del costo di acquisizione (c.d. «maggiorazione relativa ai beni immateriali»).

I soggetti beneficiari

Possono beneficiare dell’agevolazione in commento i titolari di reddito d’impresa e gli esercenti arti e professioni.

L’agevolazione del superammortamento è applicabile a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.

Beneficiano dell’agevolazione anche:

  • le stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti;
  • gli enti non commerciali con riferimento all’attività commerciale eventualmente esercitata;
  • i contribuenti che esercitano le attività di lavoro autonomo, anche se svolte in forma associata, ai sensi dell’art. 53, co. 1, del D.P.R. 917/86;
  • le persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o…
Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it