Iper e superammortamento: i chiarimenti del Fisco per il 2018

La legge di bilancio 2018 ha previsto la proroga al 2018 dell’iper e superammortamento con abbassamento per quest’ultimo della maggiorazione dal 40% al 30% e l’esclusione anche degli autoveicoli strumentali dall’agevolazione. Nel corso di Telefisco 2018 sono stati affrontati dall’Agenzia delle Entrate alcuni dubbi su tali agevolazioni. Vediamo di seguito quanto precisato dai tecnici dell’Agenzia delle Entrate.

 

Superammortamento

La legge 28 dicembre 2015, n. 208 aveva introdotto, per gli acquisti di “beni materiali strumentali nuovi” effettuati entro il 31 dicembre 2016, la disciplina del c.d. “super ammortamento”, consistente, in estrema sintesi, nella possibilità per l’imprenditore e il lavoratore autonomo di maggiorare il costo di acquisizione del 40 per cento ai soli fini delle imposte sui redditi e con esclusivo riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing.

La successiva legge di bilancio 2017 ha prorogato le disposizioni in esame, stabilendo l’applicazione del super ammortamento anche agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi effettuati entro il 31 dicembre 2017 ovvero entro il 30 giugno 2018, a condizione che, entro la data del 31 dicembre 2017, il relativo ordine risultasse accettato dal venditore e fosse avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Peraltro, la proroga per il 2017 del super ammortamento era stata esclusa per gli autoveicoli che non fossero utilizzati esclusivamente come beni strumentali o adibiti a uso pubblico e per quelli dati in uso promiscuo ai dipendenti per la maggior parte del periodo d’imposta (articolo 1, comma 8, legge 232/2016).

Pertanto, per gli autoveicoli acquistati dal 1° gennaio 2017, il super ammortamento opera solo per i veicoli adibiti a uso pubblico o utilizzati esclusivamente come beni strumentali.

Ora la legge di bilancio 2018 ha previsto la proroga anche per il 2018 per gli investimenti (in beni materiali strumentali nuovi) effettuati

  • dal 1º gennaio al 31 dicembre 2018
  • ovvero entro il 30 giugno 2019, a condizione che entro il 31 dicembre 2018 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Beneficiari dell’agevolazione restano i titolari di reddito d’impresa e gli esercenti arti e professioni.

 

Rispetto alla disciplina in vigore fino al 31.12.2017 si evidenzia che:

    • la percentuale di maggiorazione del costo di acquisizione è scesa dal 40%, al 30%
    • non gode dell’agevolazione alcun tipo di autoveicolo, sono quindi esclusi anche gli autoveicoli che sono utilizzati esclusivamente come beni strumentali o adibiti a uso pubblico o dati in uso promiscuo ai dipendenti per la maggior parte del periodo d’imposta

   CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE – 12 pagine – NEL PDF QUI SOTTO==>

***

SCOPRI IL NOSTRO DOSSIER SUL SUPERAMMORTAMENTO GRATUITO PER GLI ABBONATI, solo da scaricare==>

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it