Il lavoro irregolare giustifica l’accertamento induttivo di maggiori ricavi non dichiarati?

di Isabella Buscema

Pubblicato il 21 febbraio 2018



analizziamo il caso di un accertamento induttivo motivato dalla presenza dei lavoratori in nero individuati durante una verifica fiscale, tale presenza rende dubbia la contabilità aziendale...

Non sussiste il divieto di doppia presunzione qualora dal fatto noto costituito dalla presenza di dipendenti non regolarmente assunti (e per i quali emerga la corresponsione di una retribuzione non contabilizzata) si tragga la presunzione di maggiore redditività dell'impresa, trattandosi di una presunzione relativa ex art. 39, comma 1, lett. d, del d.P.R. n. 600 del 1973, per superare la quale è onere del contribuente offrire la prova contraria.

L