Fondo patrimoniale a rischio ipoteca se non si dimostra l’estraneità del debito alle esigenze familiari

di Sonia Cascarano

Pubblicato il 16 novembre 2017

il fondo patrimoniale non tutela in assoluto il patrimonio del contribuente, in quanto è possibile l'iscrizione ipotecaria anche sui beni immessi nel fondo patrimoniale almeno in due casi ben specifici:
1) nel caso in cui l'obbligazione tributaria risulta essere strumentale ai bisogni della famiglia
2) nell’ipotesi in cui il titolare del credito non ne conosceva l'estraneità a tali bisogni

Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook di approfondimento, formulari e videoconferenze accreditateCon l’ordinanza n. 25443 del 26/10/2017 della Corte di Cassazione si è affermato il principio per il quale, in ambito di riscossione coattiva delle imposte, è possibile l'iscrizione ipotecaria anche sui beni del cd fondo patrimoniale solo in due casi ben specifici:

  • nel caso in cui l'obbligazione tributaria risulta essere strumentale ai bisogni della famiglia e,

  • nell’ipotesi in cui il titolare del credito non ne conosceva l'estraneità a tali bisogni.

Dunque, risulterebbero pignorabili gli immobili dell’imprenditore costituiti in un fondo patrimoniale anche se il debito con il fisco nasce dall’attività aziendale e spetterebbe al contribuente dimostrare l’estraneità di tale debito dalle esigenze della famiglia.

Non può escludersi che il debito tributario scaturente dall’attività imprenditoriale sia stato contratto per esigenze familiari, che sono quelle volte al pieno mantenimento ed all’univoco sviluppo della famiglia, ovvero per il potenziamento della capacità lavorativa del coniuge. La sussistenza di esigenze familiari si esclude, sempre, nel caso di debiti di natura voluttuaria o caratterizzate da interessi meramente speculativi.

La vicenda giunge in Cassazione con il ricorso proposto da Equitalia ed accolto dai Giudici di legittimità contro la sentenza della Commissione Tributaria Regionale della Toscana che aveva annullato un'iscrizione ipotecaria ex art. 77 del D.P.R. n. 602/73 su beni costituiti in fondo patrimoniale.

Equitalia ricorreva con due motivi, lamentando:

  • vizio di nullità dell