Gli interessi passivi pagati al fisco sono deducibili dal reddito d'impresa?

Aspetti generali
Per le imprese, gli interessi passivi sono componenti negativi del reddito che possono derivare da una vasta gamma di fonti, sia contrattuali (riferibili a finanziamenti concessi alle imprese stesse), sia legali (in relazione, in particolare, a debiti di natura tributaria per ritardo nel pagamento di imposte, per accertamento…).

Per gli interessi del secondo tipo, slegati dall’acquisto di beni e/o servizi, è necessario stabilire se debbano essere applicate le normali regole e i vincoli alla deducibilità cui sono soggetti gli altri oneri analoghi, di natura finanziaria (artt. 96 e 172 TUIR).

 
Interessi e reddito di impresa
Come è noto, gli interessi passivi, diversi da quelli compresi nel costo dei beni ai sensi dell’art. 110, c. 1, lett. b1, sono deducibili ai fini IRES nel periodo di imposta di maturazione secondo le modalità di cui all’art. 96 …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it