Dichiarazione integrativa a favore: quando diventa utilizzabile il credito del contribuente?

Pubblicato il 5 maggio 2017

le istruzioni al modello Redditi 2017 hanno chiarito che, in caso di presentazione di dichiarazione integrativa a favore del contribuente, il relativo credito fiscale diventa utilizzabile in compensazione per il versamento di debiti maturati a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione integrativa

Commercialista_Telematico_Post_1200x628px_Dichiarazione_RedditiLe istruzioni al Modello Redditi 2017 hanno chiarito in che termini, e quando, è possibile l’utilizzo del maggior credito fiscale (IRES, IRAP...) dovuto alla presentazione di una dichiarazione integrativa a favore, effettuata nell’anno 2016, anche oltre il termine di un anno. La novità è dovuta all’approvazione del D.L. n. 193/2016, che ha risolto un contrasto di interpretazione avente ad oggetto la disposizione previgente.

Il provvedimento direttoriale, che ha approvato i modelli di dichiarazione relativi al periodo di imposta 2016, ha eliminato dal quadro RS il prospetto utilizzabile al fine di far emergere gli errori contabili relativi agli anni pregressi. Contestualmente è stato inserito il nuovo quadro DI ove indicare il maggior cred