La notifica al soggetto irreperibile

di Davide Di Giacomo

Pubblicato il 3 aprile 2017

la notifica dell’atto impositivo va effettuata ai sensi dell’articolo 140 del Codice di Procedura Civile quando la residenza e l’indirizzo del destinatario siano conosciuti ma quest’ultimo si è reso irreperibile

Processo_TributarioLa notifica dell’atto impositivo va effettuata ai sensi dell’art. 140.c.p.c. quando la residenza e l’indirizzo del destinatario siano conosciuti ma quest’ultimo si è reso temporaneamente irreperibile.

Il principio è contenuto nella recente sent. n. 6676/2017 della Corte di Cassazione da cui risulta che il messo notificatore può porre in essere la notifica ex art. 60 del Dpr n. 600/1973 (irreperibilità assoluta) solo dopo avere eseguito i necessari controlli anagrafici e avere accertato che il contribuente risulti trasferito in luogo sconosciuto.

Notifica degli atti tributari

La notifica degli atti tributari è disciplinata dagli artt. 137 e ss. C.p.c,. come previsto dall’art. 16, c. 2, D Lgs n. 546/1992 e dall’art. 60, c. 1, lett. a, Dpr n. 600/1973, il quale prevede una norma derogatoria, in caso di irreperibilità assoluta della contribuente nel domicilio fiscale, attuandosi la speciale procedura semplificata ivi prevista secondo cui l'avviso di deposito dell'atto presso la casa comunale, previsto dall'art. 140 c.p.c., si comunica mediante affissione all'albo del Comune, anziché mediante affissione alla porta della sede della società, non più rintrac