La riapertura della rivalutazione di terreni e partecipazioni

Pubblicato il 1 marzo 2017

la legge di Bilancio 2017 ha previsto ancora una volta la riapertura dei termini al fine di fruire della rivalutazione delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati, dei terreni edificabili e con destinazione agricola

Amor_sulla_BilanciaL’art. 1 (cc. 554 e 555) della legge di Bilancio 2017 ha previsto ancora una volta la riapertura dei termini al fine di fruire della rivalutazione delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati, dei terreni edificabili e con destinazione agricola.

Il legislatore ha confermato la stessa aliquota dell’imposta sostitutiva pari all’8 per cento (sia per le partecipazioni che per i terreni) già prevista in occasione dalla precedente rivalutazione.

I predetti beni devono essere posseduti da persone fisiche o da società semplici alla data dell’1 gennaio 2017. Entro il 30 giugno del 2017 dovrà essere redatta ed asseverata la perizia di stima del loro valore, oltre al versamento della relativa imposta sostitutiva.

La pre