La figura di amministratore di SPA e di SRL: i profili previdenziali dopo la recente giurisprudenza di Cassazione

SpesometroLa figura dell’amministratore di società è una figura strategicamente rilevante ai fini della gestione organizzativa, gestionale dell’azienda. L’amministratore in qualità di manager è tenuto a realizzare operazioni in grado di conseguire l’oggetto sociale. Egli ha l’obbligo di operare nell’esclusivo interesse della società, nel rispetto del rapporto fiduciario che si instaura con l’assemblea dei soci, che lo nomina.

L’amministratore nel compimento dei suoi incarichi deve tenere un comportamento diligente, ponendosi come “strumento di prevenzione della crisi” a tutela del patrimonio a Lui affidato. Infine ricordiamo gli obblighi di fedeltà, divieto di concorrenza, e obbligo di astenersi dal conflitto di interessi con la società.

Sappiamo che le società di capitali sono dotate di personalità giuridica e di perfetta autonomia patrimoniale, e che operano in forma organica, mediante tre formulazioni giuridiche: il sistema latino, mediante il quale le società sono costituite da tre organi separati e distinti tra loro: l’assemblea dei soci, (potere deliberativo) l’organo amministrativo (potere manageriale) l’organo di controllo (controllo gestionale e controllo contabile) Precisamente per le società Srl e SpA non quotate l’organo amministrativo può essere costituito anche da un singolo amministratore definito amministratore unico, o da un consiglio di amministrazione, ed il collegio sindacale svolge tutti i compiti di controllo compreso quello contabile che viene affidato ad un sindaco avente il requisito dell’iscrizione presso il Registro Revisori, Nelle società per azioni quotate invece non è prevista la figura dell’amministratore unico, ed il consiglio di amministratore deve contenere almeno un consigliere espressione della minoranza dei soci ed uno indipendente. Ancora, nelle società quotate il collegio sindacale non assume la funzione di controllo contabile che viene altresì derogata ad una società di revisione.

Altre due tipologie di sistema organizzativo delle società di capitali sono state introdotte nel 2003 con la riforma del diritto societario, che ha portato anche in Italia il sistema dualistico tedesco, ove l’assemblea dei soci nomina un consiglio di sorveglianza ed un consiglio di gestione, ed un sistema monistico inglese ove esiste un unico organo preposto all’esercizio di compiti amministrativi e di controllo.

Gli amministratori delle società di capitali sono sempre persone fisiche, e l’art.2380 bis stabilisce che a differenza delle società di persone, possono essere sia soci che non soci, ed inoltre nel caso in cui la società sia rappresentata da un amministratore unico, questi deterrà in sé tutti i poteri direzionali e di rappresentanza, mentre in presenza di un consiglio di amministrazione, il potere direzionale gestionale è espresso sempre in forma collegiale, mentre il potere di rappresentanza è attribuito di solito al Presidente del Consiglio di Amministrazione e ad altri specifici componenti, per cui il potere di rappresentanza non viene attribuito automaticamente a tutti i componenti ed ha la caratteristica dell’individualità. Quindi il potere di rappresentanza non è espresso mai in forma collegiale, bensì in forma individuale, congiunta o disgiunta.

Non è previsto dal codice civile che gli amministratori debbano essere dotati di particolari professionalità specifica, ma solo di generali requisiti di onorabilità e di indipendenza.

Il requisito dell’onorabilità consiste nell’insussistenza di condanne penali per taluni reati di natura tributaria, bancaria, societaria, contro la pubblica amministrazione, la fede piubblica, contro il patrimonio, l’ordine pubblico, e l’economia pubblica.

Requisito di indipendenza: l’art. 2380-bis c.c. attribuisce il potere di amministrare agli amministratori in forma ESCLUSIVA, e questa esclusività è dovuta ad un principio di equità, rispetto alle responsabilità severe cui gli amministratori stessi sono chiamati nel corso del…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it