I corrispettivi giornalieri possono viaggiare col registratore telematico: distributori automatici obbligati

Il 28 ottobre 2016 è stato pubblicato un provvedimento dell’Agenzia delle entrate in materia di trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, ai sensi dell’art. 2 comma 1 del Dlgs 127/2015.
Il decreto ha stabilito che dall’1 gennaio 2017 i soggetti esercenti commercio al minuto ed attività assimilate (art. 22 del DPR 633/1972) possono optare per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri.
I contribuenti che intendono esercitare l’opzione per la memorizzazione e la trasmissione dei corrispettivi, lo potranno fare on line attraverso i servizi dell’Amministrazione Finanziaria entro il 31.3.2017.
Una volta optato per la trasmissione dei dati dei corrispettivi, tale opzione resterà valida per 5 anni e, se non revocata, si estenderà di quinquennio in quinquennio.
Dal 1′ Aprile la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi sono obbligatorie per i soggetti passivi che effettuano cessioni di beni o prestazioni di servizi tramite distributori automatici.
Per coloro che sono obbligati o che intendono esercitare tale opzione online, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, è disponibile la piattaforma “Fatture e corrispettivi”.

Premessa
Dall’1 Aprile 2017 prende avvio la nuova procedura telematica che consente a commercianti al minuto, ristoranti, alberghi, artigiani di inviare on line gli incassi giornalieri all’Amministrazione Finanziaria.
Con il Provvedimento n. 0212804 del 01.12.2016 l’Agenzia delle Entrate ha introdotto due importanti modifiche alla trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi e dei dati delle fatture.
La prima novità riguarda l’esercizio delle opzioni per la trasmissione dei dati, introdotte dal Dlgs n. 127/2015 e regolate da due provvedimenti delle Entrate del 28 ottobre scorso, che a regime vanno esercitate ordinariamente:

esclusivamente in modalità telematica mediante i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate;

entro il termine del 31 dicembre dell’anno precedente a quello di inizio della trasmissione dei dati delle fatture o di inizio della memorizzazione e trasmissione dei dati dei corrispettivi.

La novità più significativa introdotta dal D. Lgs. 127/2015 all’art. 2 c. 2, riguarda l’obbligo, per i gestori di distributori automatici, di memorizzare e trasmettere elettronicamente i dati dei corrispettivi.

Ambito soggettivo e ambito oggettivo
I soggetti interessati sono i commercianti al minuto o i contribuenti IVA che esercitano attività assimilate ai sensi dell’art. 22 del D.P.R. n. 633/72 possono optare per la trasmissione telematica e la memorizzazione elettronica dei dati di tutti i corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate, sia con riferimento alle cessioni di beni che alle prestazioni di servizi effettuate.
La norma prevede alcune deroghe all’obbligo di emissione della fattura per ogni operazione posta in essere: i soggetti che effettuano prestazioni alberghiere e somministrazione di alimenti e bevande nei pubblici esercizi, nelle mense aziendali o mediante apparecchi di distribuzione automatica, ed altre attività assimilate.
Sono considerate operazioni di commercio al minuto:

le cessioni di beni effettuate da commercianti al minuto autorizzati in locali aperti al pubblico;

le prestazioni alberghiere e le somministrazioni di alimenti e bevande svolte in pubblici esercizi;

le prestazioni di trasporto di persone e bagagli;

le prestazioni di servizi rese nell’esercizio di imprese in locali aperti al pubblico, in forma ambulante o nell’abitazione dei clienti;

le prestazioni di custodia e amministrazione di titoli;

le attività esenti effettuate dalle agenzie di viaggi e turismo;

le prestazioni di servizi di telecomunicazioni, di servizi di tele radiodiffusione e di servizi elettronici resi a committenti che …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it