Comunicazione lavoratori somministrati: attenzione alla scadenza del 31 gennaio

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 19 gennaio 2017

scade il 31 gennaio 2017 il termine per la comunicazione annuale obbligatoria sul monitoraggio dei lavoratori somministrati da parte dei datori di lavoro: andranno comunicati alle RSU/RSA o, in mancanza di queste, alle categorie delle organizzazioni sindacali i dati inerenti la somministrazione con riferimento all’anno 2016

2017plus

Col D.Lgs. n. 81/2015 il Legislatore ha confermato gli articoli del D.Lgs. n. 276/2003 che regolamentano il funzionamento delle Agenzie per il Lavoro e ha ridefinito l’istituto giuridico della somministrazione.

Con il presente contributo viene approfondito il tema della comunicazione obbligatoria del lavoratori in somministrazione da parte delle imprese utilizzatrici alla luce della normativa di cui al D.Lgs. n. 276/2003 e del più recente D.Lgs. n. 81/2015 ovvero dei CCNL di categoria.

Gli obblighi di informazione sindacale posti in capo all’impresa utilizzatrice

Scade il 31 gennaio 2017 il termine per la comunicazione annuale obbligatoria sul monitoraggio dei lavoratori somministrati da parte dei datori di lavoro. Andranno comunicati alle RSU/RSA o, in mancanza di queste, alle categorie delle organizzazioni sindacali i dati inerenti la somministrazione con riferimento all’anno 2016.

L’art. 36, comma 3, del D.Lgs. n. 81/2015 prevede che l’utilizzatore è tenuto a comunicare, ogni dodici mesi, anche per il tramite della associazione dei datori di lavoro alla quale aderisce o conferisce mandato, alle rappresentanze sindacali aziendali ovvero alla rappresentanza sindacale unit