Acquisto di box auto pertinenziale senza bonifico tracciato, aperture dall’Agenzia Entrate

Pubblicato il 14 dicembre 2016

l'Agenzia apre alla possibilità di acquistare con agevolazione il box auto pertinenziale alla prima casa anche senza utilizzo del bonifico parlante (o altro mezzo di pagamento ugualmente tracciabile)

pagamenti-commercialista-telematico-2L’Agenzia delle entrate “apre” ai pagamenti effettuati con mezzi non tracciabili e, sia pure in presenza di determinati presupposti, consente ai contribuenti di considerare in detrazione le spese per l’acquisto di box auto pertinenziali.

La detrazione è disciplinata dall’art. 16–bis, c. 1, lett. d, del D.P.R. n. 917/1986 e l’interpretazione favorevole, che deroga parzialmente a precedenti interpretazione, è stata fornita dalla Circolare n. 43/E del 18 novembre 2016.

La disposizione citata prevede la detrazione anche delle spese sostenute per gli interventi “relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali ad immobili residenziali, anche a proprietà comune.”

Preliminarmente l’Agenzia delle entrate ha ricordato che il presupposto essenziale al fine di fruire della detrazione in rassegna (per la realizzazione o l’acquisto di box auto) è costituito dal carattere pertinenziale dei predetti immob