Comunicazione beni ai soci: guida all’adempimento in scadenza al 31/10/2016

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 20 ottobre 2016

a fine mese scade la comunicazione dei beni concessi in godimento ai soci - si tratta di uno degli adempimenti meno graditi e più ostici da gestire; in questo articolo offriamo una piccola guida pratica alla corretta gestione della comunicazione, con esempi: l'autovettura o l'appartamento concessi i godimento a soci o familiari

cronometro

Entro il prossimo 31 Ottobre 2016 (in quanto il 30 cade di domenica), come disposto dal Provvedimento n. 54581-2014 dell'Agenzia delle entrate, i contribuenti devono inviare la comunicazione dei beni dati in uso gratuito ai soci e ai familiari (la normativa prevede in via generale la scadenza della comunicazione entro il termine di 30 giorni dall'invio del modello Unico di riferimento).

LA NORMATIVA GENERALE: ASPETTI PRINCIPALI

Come noto il Decreto Legge n. 138/2011 ha introdotto l'obbligo per i soggetti che svolgono attività d'impresa di comunicare in via telematica i dati dei soggetti (socio o familiare) che hanno ricevuto in godimento i beni.

La comunicazione va effettuata per ogni bene concesso in godimento se sussiste una differenza tra il “corrispettivo annuo relativo al godimento“ ed il “valore normale di mercato del bene“ (solo ove vi sia una differenza tra quanto addebitato al socio ed il valore dell’utilizzo del bene ).

Nota: come indicato dalla circolare 24/E/2012 deve trattarsi di un bene:

a) rela