La mancata detenzione delle fatture di acquisto a fronte del rinvenimento delle fatture presso il fornitore

Con la sentenza n.19016 del 9 maggio 2016 la Corte di Cassazione ha ritenuto che la mancata detenzione fatture di acquisto ed il contemporaneo rinvenimento delle fatture presso il fornitore, configura il reato di occultamento o distruzione di scritture contabili di cui all’art.10, del D.Lgs. n. 74/2000.
Il fatto
Nel corso della verifica fiscale effettuata nei confronti della società V. venivano rivenute fatture di vendita di prodotti alimentari alla società C, unitamente ad altra documentazione che ne attestava il rapporto intercorso.
I successivi accertamenti svolti presso la società utilizzatrice del ricorrente davano esito negativo quanto all’esibizione della documentazione fiscale (le società erano prive di struttura e non avevano mai presentato dichiarazioni fiscali).
La sentenza
La Corte, richiamando il proprio orientamento, ha affermato che “condotta idonea ad …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it