E’ illegittimo l’avviso di accertamento emesso entro i 60 giorni dalla notifica del PVC

di Giovambattista Palumbo

Pubblicato il 14 ottobre 2015

l'inosservanza del termine dilatorio di sessanta giorni per l'emanazione dell'avviso di accertamento, decorrente dal rilascio al contribuente, nei cui confronti sia stato effettuato un accesso, un'ispezione o una verifica nei locali destinati all'esercizio dell'attività, della copia del processo verbale di chiusura delle operazioni, determina di per sé (salvo che ricorrano specifiche ragioni di urgenza) l'illegittimità dell'atto impositivo

 

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 10584 del 22 maggio 2015, in linea con quanto già affermato dalle Sezioni unite con la sentenza n. 18184 del 2013, ha stabilito che la disposizione di cui alla legge 27 luglio 2000, n. 212, art. 12, c. 7, laddove dispone che "l'avviso ... non può essere emanato prima della scadenza...", deve essere interpretata nel senso che l'inosservanza del termine dilatorio di sessanta giorni per l'emanazione dell'avviso di accertamento, decorrente dal rilascio al contribuente, nei cui confronti sia stato effettuato un accesso, un'ispezione o una verifica nei locali destinati all'esercizio dell'attività, della copia del processo verbale di chiusura delle operazioni, determina di per sé (salvo che ricorrano specifiche ragioni di urgenza) l'illegittimità dell'atto impositivo emesso ante tempus, trattandosi di termine posto a garanzia del pieno dispiegarsi del contraddittorio procedimentale, il quale costituisce primaria espressione dei principi (di derivazione costituzionale) di collaborazione e buona fede tra amministrazione e contribuente, ed è diretto al migliore e più efficace esercizio della potestà impositiva.

 

In particolare è stato chiarito (cfr. Cass. n. 6057/2015) che il vizio invalidante non consiste tanto nella omessa enunciazione dei motivi di urgenza che hanno determinato l'emissione anticipata dell'atto, bensì nell'effettiva assenza di specifiche ragioni di urgenza, riferite al rapporto tributario controverso e non identificabili tout court nell'imminente spirare del