Il decreto sulla certezza del diritto: una prima valutazione sul raddoppio dei termini di accertamento anche in relazione alla voluntary disclosure

 
Il decreto sulla certezza del diritto ha appena passato anche la fase dei pareri delle Commissioni parlamentari.
Il raddoppio dei termini di accertamento diventa ora possibile solo se la denuncia all’autorità giudiziaria da parte dell’Amministrazione finanziaria è inviata entro i termini ordinari dell’accertamento.
Salvi gli effetti degli avvisi di accertamento e dei provvedimenti che irrogano sanzioni amministrative notificati alla data di entrata in vigore del decreto.
Salvi anche gli effetti degli inviti a comparire e dei PVC, a condizione che i relativi atti di accertamento siano poi notificati entro il 31 dicembre 2015.
Possono accedere alla voluntary le attività e le imposte riferite ad annualità per le quali siano scaduti i termini per l’accertamento fiscale.
Queste sono le principali novità contenute nel …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it