Concordato preventivo: il problema della contabilizzazione degli oneri prededucibili

di Luca Bianchi

Pubblicato il 18 luglio 2015

in attesa dell'omologazione del concordato i costi prededucibili a carico della società che ha richiesto la procedura come vanno contabilizzati?

QUESITO

In data 31/12/2014 vanno contabilizzati i costi prededucibili relativi ad un concordato preventivo depositato in autunno del 2014 per cui non è ancora giunta alla data di approvazione del bilancio l'omologa da parte del Tribunale.

Il piano di concordato e la relazione del Commissario giudiziale riconoscono l'esistenza di costi prededucibili a carico della procedura per € 200.000 circa; di cui € 120.000 a fronte delle prestazioni professionali inerenti la domanda di concordato presentata ed € 80.000 circa come compenso stimato del Commissario giudiziale per la durata della procedura.

Si segnala che se omologata la procedura avrà durata di 3 anni per la liquidazione dell'attività, la durata complessiva sarà di circa 4 anni.

In assenza del provvedimento di omologa, come vanno contabilizzati tali costi già stimati nel bilancio della società che ha presentato domanda di concordato?



RISPOSTA

Premesso che la nostra analisi è merament