IMU e TASI: le regole per la deducibilità dal reddito d’impresa e di lavoro autonomo: IMU e TASI si detraggono, e come, da IRPEF-IRES e IRAP?

di Nicola Forte

Pubblicato il 29 giugno 2015

un ripasso delle regole che presiedono alla possibilità di dedurre parzialmente l'IMU e la TASI versate nel 2014 dal reddito prodotto nell'anno

 

A pochi giorni dal 6 luglio, cioè dalla nuova scadenza prevista in luogo del 16 giugno per i contribuenti (imprese e professionisti) soggetti agli studi di settore, è utile effettuare una panoramica sulle regole di deducibilità dai redditi dell’IMU e della TASI: le discipline e le conseguenti limitazioni non sono perfettamente coincidenti.

Inizialmente l’art. 14, c. 1, del D.Lgs. n. 23/2011 prevedeva espressamente l’indeducibilità integrale dell’IMU relativa agli immobili strumentali. Tale disposizione è stata modificata dall’art. 1, cc. 715 e 716 della Legge di stabilità del 2014. In particolare, è stato previsto che l’IMU, relativa ai beni immobili strumentali possa essere dedotta ai fini della determinazione del reddito di impresa e di lavoro autonomo. La deduzione spetta nella misura del 30% con riferimento al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2013 e del 20% con riferimento al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2014 (ed ai successivi).


In