Le agevolazioni alla riqualificazione alberghiera ed al settore turistico

di Giovanna Greco

Pubblicato il 30 aprile 2015

una guida alle modalità attuative recentemente approvate del credito d’imposta riconosciuto a favore degli esercizi ricettivi (in particolare gli alberghi) per la riqualificazione delle strutture edilizie, nonché a favore di agenzie di viaggio e tour operator che sostengono investimenti per la 'digitalizzazione turistica'

Il “Decreto Cult-Turismo” ha introdotto due crediti d’imposta a favore delle strutture ricettive (hotel, alberghi, campeggi, residence, ostelli, ecc.) finalizzati sia alla loro riqualificazione (art. 9 DL 83/2014) che alla loro digitalizzazione (art. 10 DL 83/2014).

Il recente DM 12/02/2015 ha definito le modalità attuative del credito d’imposta riconosciuto a favore degli esercizi ricettivi nonché delle agenzie di viaggio e tour operator che sostengono spese per la “digitalizzazione turistica”e ha disposte le modalità attuative del credito d’imposta per la digitalizzazione degli operatori turistici, rendendo operativa l’agevolazione.

SOGGETTI BENEFICIARI

Il credito d’imposta per la digitalizzazione è riconosciuta agli esercizi ricettivi singoli oppure aggregati con servizi extra-ricettivi o ancillari e alle agenzie di viaggi e ai tour operator che si occupano di portare in Italia turisti dall’estero. Cosa si intende per esercizio ricettivo singolo?

L'esercizio ricettivo singolo è una struttura, organizzata in forma d’impresa, riconducibile alle seguenti tipologie:

a) struttura alberghiera: struttura aperta al pubblico, a gestione unitaria, con servizi centralizzati che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o più edifici. La struttura è composta da non meno di 7 camere per il pernottamento degli ospiti.

In particolare, si tratta di: alberghi, residenze turistico-alberghiere, marina resort, nonché le strutture individuate da specifiche leggi regionali

b) struttura extra-alberghiera: affittacamere, residence, case per ferie, bed and breakfast, rifugi montani ostelli per la gioventù,case e appartamenti per vacanze, nonché le strutture individuate come tali da normative regionali.

Inoltre, l'esercizio ricettivo singolo si aggrega con soggetti che forniscono servizi accessori alla ricettività, come: ristorazione, trasporto, prenotazione, commercializzazione, promozione, accoglienza turistica e attività analoghe esercitate sotto forma di consorzio, reti d'impresa, ati e organismi ed enti simili.

 

SPESE AGEVOLABILI

Il credito d’imposta spetta in relazione alle seguenti tipologie di spese:

-per impianti wi-fi internet se viene fornito come servizio gratuito ai clienti con velocità di connessione pari ad almeno 1 Megabit/s in download e se vi è l' acquisto/installazione di modem/router e hardware per la ricezione del servizio mobile terrestre es. antenne , parabole e ripetitori di segnale

- per siti web ottimizzati per il sistema mobile fruibili quindi su smartphone e tablet;

- per programmi/sistemi informatici per la vendita online di servizi e pernottamenti, a condizione che siano in grado: di garantire gli standard di interoperabilità necessari alla integrazione con siti e portali di promozione, pubblici (es: agenzie di soggiorno) o privati (es: trivago, booking.com, ecc.), e di favorire l'integrazione tra servizi ricettivi ed extra-ricettivi e acquisto software e hardware;

- per spazi e pubblicità per la promozione e/o la commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici su siti/piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator/agenzie di viaggio;

- per servizi di consu