Operazioni in contanti e segnalazioni antiriciclaggio: le novità

di Antonino Pernice

Pubblicato il 14 febbraio 2015



analisi delle novità in tema di segnalazioni di operazioni sospette che nascono dall'eccessivo uso di contanti nei rapporti fra il contribuente e la banca. Il correntista è libero di prelevare, dal proprio conto, o di versare denaro contante per somme superiori ad €.999,99. Questo perché non esiste alcun limite al prelevamento o versamento per cassa in contanti dal proprio conto corrente in quanto tale operatività non si configura come un trasferimento tra soggetti diversi, perchè nell'operazione partecipa un Intermediario finanziario che censisce l'operazione nell'Archivio Unico Informatico, lasciando traccia indelebile nel sistema operativo per dieci anni

 

 

1. PRELIEVI E VERSAMENTI IN CONTANTI ALLO SPORTELLO. OBBLIGHI DELLA BANCA

Il prelievo di denaro contante allo sportello, indipendentemente dall’importo, non costituisce alcuna violazione che obbliga la banca ad effettuare la comunicazione al MEF... (clicca sul titolo per consultare l'approfondimento...)

Scarica il documento