Il piano di razionalizzazione delle società partecipate locali redivivo nella legge di stabilità approvata alla Camera

L’art. 43 della legge di stabilità per l’anno 2015 è intitolato “Razionalizzazione delle società partecipate locali” sta vivendo un momento di vita a fasi alterne: il termine di moda potrebbe essere “ad assetto variabile”. L’evoluzione del testo di questa norma nel suo iter di approvazione da parte del Parlamento è molto movimentata. E’ il testo in bozza del DDl, approvato dal Governo, che prevede il piano di razionalizzazione; poi invece al Parlamento viene inviato il testo finale senza piano di razionalizzazione. Alla Camera, con uno specifico emendamento, viene riproposto il piano di razionalizzazione nel testo identico alla bozza del Governo. Tutti attendono il testo approvato in via definitiva, e manca ancora il passaggio al Senato, per capire cosa sta succedendo.
Alcune riflessioni di prima lettura sono …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it