Presunzioni sui prelievi: la sentenza della Consulta vale anche per gli agenti di commercio e per artigiani?

di Mario Agostinelli

Pubblicato il 7 novembre 2014

gli agenti e rappresentati di commercio, i piccoli elettricisti e i piccoli idraulici potrebbero tutti essere esclusi dall’accertamento bancario fondato sui prelevamenti bancari? Una valutazione sulla recente sentenza della Corte Costituzionale

I rappresentati di commercio, i piccoli elettricisti e i piccoli idraulici, sono tutti esclusi dall’accertamento bancario fondato sui prelevamenti.

E’ questa una delle conseguenze che si intercettano nella decisione della suprema corte Costituzione che ha definitivamente qualificato come anticostituzionale l’accertamento sulla base dei prelevamenti quando espresso nei confronti di lavoratori autonomi.

 

La Suprema Corte Costituzionale, con la sentenza 228/2014, ha risolto in modo definitivo la questione della NON conformità costituzionale della normativa in materia di accertamenti basati sui dati finanziari nella parte che ne prevede l’applicabilità della presunzione dei prelievi ai redditi di lavoro autonomo.

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 32 comma 1 numero 2) secondo del DPR 600/73 limitatamente alle parole “o compensi”, stabilendo, lapidariamente, che i prelievi rilevanti nell’ambito delle indagini finanziarie non possono mai essere ricondotti alla formazione del reddito di lavoro autonomo.

La decisione è frutto di una valutazione costituzionalmente orientata del presupposto presuntivo su cui è fondata l’intera architettura della normativa in trattiva espressione della seguente doppia correlazione:

Prelevamenti uguale costi in nero, Costi in nero uguale Ricavi in nero.

 

La valutazione della Suprema Corte è radica sulla massima esperienza secondo la quale, tale meccanismo di doppia correlazione non può trovare applicazione per tutte le attività economiche produttive di reddito.

In particolare è affermato che, anche se le figure dell’imprenditore e del lavoratore autonomo sono, per molti versi, affini nel diritto interno come nel diritto comunitario, esistono specificità dell’attività di lav