TASI: il caso dei cittadini italiani residenti all’estero…iscritti e non all’AIRE

di Nicola Forte

Pubblicato il 27 settembre 2014

il c.d. "piano casa" ha modificato la disciplina dell’IMU e TASI per gli immobili posseduti in Italia dagli italiani non residenti che sono iscritti all’AIRE, ma le nuove regole valgono a partire dal 2015. Con riferimento all’acconto in scadenza il 16 ottobre prossimo si dovrà fare attenzione ad applicare ancora la vecchia disciplina...

Il c.d. piano casa ha modificato la disciplina dell’IMU per gli immobili posseduti in Italia dagli italiani non residenti che sono iscritti all’AIRE, ma le nuove regole valgono a partire dal 2015. Con riferimento all’acconto in scadenza il 16 ottobre prossimo si dovrà fare attenzione ad applicare ancora la vecchia disciplina.

Ai sensi dell’art. 13, comma 2 del D.L. n. 201/2011 i comuni possono considerare direttamente adibita ad abitazione principale l’unità immobiliare posseduta dai predetti soggetti, a titolo di proprietà o usufrutto, a condizione che non risulti locata. L’assimilazione, come si desume da un’interpretazione letterale della disposizione, è a discrezione del comune. Pertanto i soggetti interessati dovranno verifica