Artigiani e commercianti: dubbi sul calcolo del massimale INPS in presenza di versamenti su diversa cassa previdenziale fino al 1995

QUESITO
Quale massimale deve tenere in considerazione per il calcolo dei contributi INPS un contribuente attualmente iscritto alla gestione artigiani o commercianti, se in data anteriore al 31/12/1995 era stato iscritto ad altra gestione previdenziale obbligatoria diversa, ad esempio ENPALS? Il massimale (che, attenzione, viene aggiornato ogni anno) da € 76.718 previsto per i contribuenti con anzianità contributiva antecedente al 31/12/1995 oppure quello da € 100.123 previsto per contribuenti privi di anzianità contributiva al 31/12/1995?

RISPOSTA
Il problema ci è stato segnalato in redazione da un lettore che ha posto tale quesito al Servizio “INPS risponde” che ha così chiarito questo caso dubbio: “Se il contribuente può far valere altra contribuzione al 31/12/1995 deve versare sul massimale contributivo previsto da coloro che possono far valere tale anzianità contributiva”.
La prosa involuta dell’Istituto previdenziale conferma un principio interessante: i contribuenti che hanno anzianità contributiva antecedente al 31/12/1955, anche se maturata in una gestione diversa da quella INPS, devono liquidare i contributi dovuti in base al massimale ridotto.
Stanno arrivando ai contribuenti tantissime segnalazioni di sanzioni in merito all’applicazione del massimale errato.

17 luglio 2014
Commercialista Telematico…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it