Utili e riserve di utili nelle società di capitali

di Fabio Carrirolo

Pubblicato il 24 marzo 2014

trattamento degli utili per i soggetti IRES, associazione in partecipazione e cointeressenza, effetti della distribuzione di riserve, aumento di capitale a copertura dell’obbligo di versamento dei soci, strumenti finanziari partecipativi, presunzione di prioritaria distribuzione, regime CFC, utili di provenienza CFC...

Aspetti generali

Per le società di capitali (soggette all’IRES) la distribuzione di utili da parte di società dalle stesse partecipate assume rilevanza in quanto concorre al reddito di impresa limitatamente al 5% dell’ammontare, a fronte di un’aliquota dell’imposta sulle società fissata al 27,50%).

Il regime di tassazione degli utili (dividendi) per questi soggetti va idealmente allineato a quello delle plusvalenze determinate dal realizzo di partecipazioni dell’attivo immobilizzato (participation exemptionpex), anch’esse imponibili nei limiti del 5% dell’ammontare e ipoteticamente fungibili con la distribuzione appunto di dividendi.

Il presente contributo si propone di metter a fuoco alcune tematiche relative ai dividendi e alle modalità alternative di partecipazione in una determinata società da parte di soggetti IRES, con riferimento allo specifico trattamento impositivo.

Scarica il documento