La certificazione energetica degli edifici

Il Consiglio Nazionale del Notariato, attraverso il recente studio n. 657/2013/C, ha fornito importanti chiarificazioni in merito al tema dell’attestazione energetica dopo le novità introdotte dal D.L. n. 63/2013 convertito nella Legge n.90/2013.
 
La nuova normativa identifica due tipologie di attestato ovvero:
1) ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (AQE): lo scopo del certificato è quello di garantire il controllo del rispetto, in fase di costruzione o ristrutturazione degli edifici, delle prescrizioni energetiche degli edifici; tale attestato di qualificazione energetica può essere predisposto ed asseverato da un professionista abilitato alla progettazione o alla realizzazione dell’edificio (quindi un tecnico non necessariamente estraneo alla proprietà);
2) ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA (APE): ha sostituito, a far data dal 6 giugno 2013, il precedente attestato di certificazione energetica ed ha lo scopo di fornire tutte le informazione al proprietario, all’acquirente(anche a titolo gratuito) e al locatario circa la prestazione energetica ed il grado di efficienza energetica degli edifici.L’attestato di prestazione energetica deve “classificare” gli edifici ovvero attribuire a ciascun edificio una determinata “classe energetica” (da “A+” per gli immobili a maggior efficienza energetica a “G” per gli immobili più scadenti). L’attestato di prestazione energetica deve inoltre essere rilasciato da esperti qualificati ed indipendenti.
 
IL NUOVO OBBLIGO DI DOTAZIONE DELL’ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA
Per il perseguimento degli scopi che la normativa attribuisce alla nuova certificazione energetica, tutti gli edifici che comportino un consumo energetico devono essere dotati dell’APE e l’obbligo riguarda sia gli interi edifici che le singole unità immobiliari che li compongono.
 
LE DIVERSE TIPOLOGIE DEGLI EDIFICI INTERESSATI ALLA NUOVA ATTESTAZIONE
Sono interessati alla nuova normativa i seguenti edifici:
1) i nuovi edifici, ovvero quelli costruiti in forza di un permesso di costruire o di una denuncia di inizio attività rispettivamente richiesto o presentata dopo il 08/10/2005, devono dotarsi dell’attestato di prestazione energetica prima del rilascio del certificato di agibilità; l’attestato, nel caso di specie, è prodotto a cura del costruttore, del committente della costruzione o dalla società di costruzione che opera direttamente;
2) ristrutturazioni importanti (sono quelle che interessano oltre il 25% della superficie dell’intero edificio): queste tipologie di immobili devono dotarsi dell’attestato di prestazione energetica prima del rilascio del certificato di agibilità;
3) altri edifici: la norma stabilisce che “nel caso di vendita, di trasferimento di immobili a titolo gratuito o di nuova locazione di edifici o unità immobiliari, ove l’edificio o l’unità non ne sia già dotato, il proprietario è tenuto a produrre l’attestato di prestazione energetica”. I casi riguardano: trasferimenti sia a titolo oneroso che gratuito; nuovi contratti di locazione; tutti i fabbricati già esistenti che comportino un consumo energetico.
 
LE SANZIONI PREVISTE PER LE VIOLAZIONE IN MATERIA
Il D.L. n. 63/2013 ha introdotte “nuove” sanzioni per il caso di violazione dell’obbligo di dotazione dell’attestato di prestazione energetica, anche per i fabbricati esistenti.
 
SCHEMA DELLE SANZIONI
1) SANZIONE AL COSTRUTTORE/PROPRIETARIO PER EDIFICI DI NUOVA COSTRUZIONE O SOTTOPOSTI A RISTRUTTURAZIONI IMPORTANTI
Il costruttore o il proprietario sono puniti con una sanzione amministrativa non inferiore ad € 3.000 e non superiore ad € 18.000. Per gli edifici di nuova costruzione o sottoposti a “ristrutturazioni importanti…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it