Cessione d’azienda e debiti fiscali

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 16 ottobre 2013

analisi del particolare trattamento dei debiti e crediti fiscali nell’ambito della cessione d’azienda e dei profili di responsabilità tributaria del promissario acquirente

L’articolo 2559 del Codice Civile, a differenza del precedente art. 2558 del codice civile rubricato alla successione dei contratti, non precisa se, con la cessione dell’azienda (o di un suo ramo), si determina un automatico passaggio dei crediti: la cessione dei crediti ha, infatti, effetto nei confronti dei debitori, anche in mancanza di notifica o di accettazione degli stessi, dal momento dell’iscrizione nel registro delle imprese. In ogni caso, il debitore ceduto che paga in buona fede il cedente, in luogo del cessionario, è liberato da ogni responsabilità nei confronti di quest’ultimo.

Un discorso separato deve essere approntato con riferimento alla cessione dei crediti fiscali maturati in capo al cessionario: al ricorrere di tale ipotesi, è necessario distinguere tra crediti per imposte dirette e crediti IVA.

Per trasferire i crediti per imposte dirette unitamente al complesso aziendale, è necessario rispettare la procedura di cui all’art. 43-bis del D.P.R. 602/73 per la quale:

  • il credito fiscale, che dovrà esser