Il condono per i mini ruoli antecedenti al 1999: le regole pratiche

Novella
L’art. 1, c. 527, della cd. «Legge di Stabilità» (legge n. 228 del 24 dicembre 2012 pubblicata in Supplemento Ordinario alla G.U. n. 302 del 29 dicembre 2012), statuisce che: ”decorsi sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge stessa, vale a dire entro la data del 28 giugno 2013, i crediti di importo fino a duemila euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, iscritti in ruoli resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999, saranno automaticamente annullati”. Tale disposizione configura l’ annullamento, di diritto, dei ruoli fino ad euro 2 mila non ancora incassati. Pertanto , con il presente contributo si procede ad una analisi o disamina delle varie situazioni debitorie non onorate interessate dal mini-condono. Per usufruire della sanatoria deve trattarsi di cartelle di pagamento con morosità perpetrata fino al 28 giugno 2013. Gli uffici dei concessionari della riscossione hanno quindi sei mesi di tempo per riscuotere i ruoli resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999, fino ad un importo pari ad euro 2 mila (al netto dell’aggio di riscossione).In caso di mancata riscossione l’esattore potrà operare il discarico e l’eliminazione dalle proprie scritture patrimoniali del carico iscritto a ruolo; le procedure di cancellazione verranno stabilite con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze cui sarà demandata altresì l’adozione delle modalità di trasmissione agli enti interessati dell’elenco delle quote annullate e di rimborso agli agenti della riscossione delle relative spese per le procedure esecutive poste in essere.
 
Tipologia dei debiti (crediti per il concessionario) oggetto di annullamento
Il legislatore ha previsto due requisiti per l’annullamento d’ufficio delle somme pretese dal concessionario:

si deve trattare di ruoli resi esecutivi fino al 31/12/1999 (e quindi relativi a pretese sicuramente non successive all’anno 1999);

ai fini dell’individuazione dei ruoli da annullare, l’importo di euro 2.000 si calcola considerando solamente tre componenti dell’iscrizione al ruolo, ossia il capitale, gli interessi per ritardata iscrizione al ruolo e le sanzioni.
Ai fini della determinazione del suddetto limite (euro 2 mila) non concorre l’aggio dell’agente di riscossione. Può trattarsi, nei limiti della somma anzidetta, di qualsiasi tipologia di ruolo, ivi compresi quelli iscritti a titolo di tributi locali, multe stradali, contributi previdenziali… La norma non specifica assolutamente la natura dei ruoli da annullare e quindi tale sanatoria parrebbe comprendere qualunque tipo di somma iscritta al ruolo (i.e. contributi previdenziali, tributi, rette scolastiche…).

 
Annullamento d’ufficio ruoli al 31 dicembre 1999 di importo pari ad euro 2.000
Tale disposizione configura l’ annullamento, di diritto, dei ruoli fino ad euro 2 mila non ancora incassati; il contribuente non deve porre in essere di propria iniziativa nessuna attività , in quanto l’annullamento opererà d’ufficio. Al fine di avere una esatta e corretta ricognizione delle cartelle non onorate per il ruolo reso esecutivo sino al 31 dicembre 1999 e quindi meritevole di rientrare nell’ambito oggettivo della normativa di cui all’art. 1, c. 572, legge n. 228 è opportuno per il contribuente recarsi presso il Concessionario della riscossione competente al fine di acquisire tutte le informazioni necessarie, richiedendo anche l’estratto ruolo completo.
 
Sopravvenienza attiva
Sotto il profilo contabile l’annullamento del debito erariale presente in bilancio determinerà il sorgere di una sopravvenienza attiva tassabile riferita ad insussistenza di passività iscritta in bilancio in precedenti esercizi. La soppressione di una passività iscritta in bilancio in esercizi precedenti costituisce una sopravvenienza attiva …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it