Emissione della nota di credito: novità e limiti per lo storno d'importi fatturati ma non incassati dai clienti

Il ritardato o mancato pagamento delle fatture da parte dei clienti è un evento che si manifesta più frequentemente nei periodi di crisi economica. Se il corrispettivo non può essere recuperato, vi è invece la possibilità di recupero per l’IVA versata, attraverso l’emissione di una nota di credito. Essa non può essere però emessa a discrezione del creditore e risulta perciò fondamentale conoscere la normativa vigente in materia, i casi aziendali che possono determinare l’emissione di una nota di credito, le disposizioni legislative che stabiliscono quando emetterla e le modalità di recupero IVA…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it