Locazioni immobiliari: sono ora esenti IVA salva l’imponibilità per opzione

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 30 ottobre 2012

un riassunto della disciplina fiscale aggiornata, dopo il ritorno dell'esenzione IVA per le locazioni immobiliari

L’art. 9 del D.L. n. 83/2012, al fine di sostenere alcuni operatori del settore immobiliare duramente colpito dalla crisi, è intervenuto sull’impianto normativo introdotto dal D.L. n. 223/206, fondato su un generale regime di esenzione delle locazioni e cessioni immobiliari, derogabile soltanto al ricorrere di particolari casi di imponibilità obbligatoria – ad esempio, nel caso del privato locatario/cessionario di fabbricati strumentali – oppure per effetto dell’esercizio di una specifica opzione contemplata dalle disposizioni vigenti.

Le modifiche apportate dal Decreto Crescita hanno interessato principalmente l’art. 10 del D.P.R. n. 633/1972, tra i quali il punto n. 8, riguardante le locazioni di immobili. In particolare, è stato confermato il generale regime di esenzione, riconoscendo, però, tre possibili ipotesi di opzione per l’imponibilità Iva, da parte del locatore, con riferimento alle locazioni di fabbricati: