Il contribuente minimo e l’automezzo ad uso promiscuo

di Claudio Sabbatini

Pubblicato il 15 febbraio 2012

una risposta approfondita ad uno dei quesiti posti nella videconferenza del 26 gennaio scorso sui nuovi contribuenti minimi

In merito alla risposta precedentemente sull'automezzo uso promiscuo acquistato da privato, addirittura prima dell'apertura della partita IVA del professionista, di cui ci si scarica i costi (carburante, assicurazione, manutenzioni) al 50%, durante la videconferenza del 26 gennaio ha detto che il costo dell'auto va a fare parte del plafond dei 15.000 euro, anche se acquistato come privato. Volevo ulterior delucidazioni

  1. Se al professionista faccio fare un contratto di comodato gratutito a sè stesso (non registrato all'AdE) per l'utilizzo dell'auto riesco a non farlo rientrare nel plafond?