La prescrizione delle annualità fiscali

la data del 31/12/2011 è trascorsa: vediamo quali annualità fiscali e quali procedure di riscossione sono da considerare, a questo punto, prescritte

L’attività di accertamento dell’Amministrazione finanziaria va esercitata entro specifici termini influenzati dal fatto che il contribuente abbia ottemperato o meno all’obbligo di presentazione delle dichiarazioni fiscali (Redditi, Irap ed Iva).

 

TERMINI DI PRESCRIZIONE ORDINARIA

In effetto in caso di dichiarazione fiscale presentata il termine di decadenza scade il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello in cui si sono presentate le predette dichiarazioni fiscali; nel caso in cui le dichiarazioni sono state omesse il termine di decadenza scade il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui le dichiarazioni avrebbero dovuto essere presentate (a tale scopo è fondamentale ricordare che si considera omessa anche la dichiarazione fiscale presentata oltre i 90 giorni dal termine ordinario).

 

TERMINI DI PRESCRIZIONE IN PRESENZA DI REATI FISCALI

Se sono presenti violazioni di cui al Decreto Legislativo n. 74-2000 i termini ordinari di prescrizione si raddoppiano ovvero diventano:

entro il 31 dicembre dell’ottavo anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione;

entro il 31 dicembre del decimo anno successivo a quello in cui la dichiarazione avrebbe dovuto essere presentata.

 

A questo scopo è utile ricordare che l’Amministrazione finanziaria (Agenzia Entrate e Guardia di Finanza) è obbligata a fare denuncia alla Procura della repubblica quando, durante una verifica,entrino in possesso di notizie comprovanti un ipotetico reato fiscale.

 

Il caso di specie potrebbe anche rendere di fatto ancora accertabile un periodo già prescritto in virtù della prescrizione ordinaria. La Corte Costituzionale con la sentenza 247/2011 ha chiarito che gli organo accertatori sono autorizzati al controllo della contabilità antecedente al quinto anno precedente: quindi pur in presenza di una prescrizione ordinaria di cinque anni si potrebbe ipotizzare un obbligo di conservazione delle scritture contabili ai fini fiscali per un periodo di nove anni (la casistica andrebbe pertanto chiarita).

 

TABELLA ESEMPLIFICATIVA DELLA PRESCRIZIONE FISCALE

 

ANNO IMPOSTA

ANNO PRESENTAZIONE DICHIARAZIONE

PRESCRIZIONE SE LA DICHIARAZIONE E’ STATA PRESENTATA

PRESCRIZIONE SE LA DICHIARAZIONE NON E’ STATA PRESENTATA

PRESCRIZIONE IN PRESENZA DI REATO FISCALE SE LA DICHIARAZIONE E’ STATA PRESENTATA

PRESCRIZIONE IN PRESENZA DI REATO FISCALE SE LA DICHIARAZIONE NON E’ STATA PRESENTATA

TERMINE DI DECADENZA PER LA NOTIFICA DELLA CARTELLA O DELL’AVVIO DELL’ AZIONE ESECUTIVA

2001

2002

SCADUTO

SCADUTO

SCADUTO

31.12.11

DAL 31.12 DEL SECONDO ANNO SUCCESSIVO A QUELLO IN CUI L’ACCERTAMENTO E’

DIVENTATO DEFINITIVO

2002

2003

SCADUTO

SCADUTO

SCADUTO

31.12.12

IDEM

2003

2004

SCADUTO

SCADUTO

31.12.12

31.12.13

IDEM

2004

2005

SCADUTO

SCADUTO

31.12.13

31.12.14

IDEM

2005

2006

SCADUTO

SCADUTO

31.12.14

31.12.15

IDEM

2006

2007

SCADUTO

31.12.12

31.12.15

31.12.16

IDEM

2007

2008

31.12.12

31.12.13

31.12.16

31.12.17

IDEM

2008

2009

31.12.13

31.12.14

31.12.17

31.12.18

IDEM

2009

2010

31.12.14

31.12.15

31.12.18

31.12.19

IDEM

2010

2011

31.12.15

31.12.16

31.12.19

31.12.20

IDEM

 

N.B. Per gli anni 2001 e 2002 il termine di cui alla prescrizione in presenza di reati fiscali viene prorogato di due anni in caso di mancata adesione del contribuente al condono fiscale (legge 289-2002).

 

LA NUOVA PRESCRIZIONE DEI REATI FISCALI

La manovra bis ha stabilito per i reati contemplati dal decreto 74-2000 (artt. 2 – 10) un allungamento dei termini di prescrizione quantificabili in un terzo.

 

NUOVI LIMITI DI VALORE…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it