Il consolidato fiscale internazionale – Definizione

di Redazione

Pubblicato il 21 febbraio 2011



Enciclopedia di diritto tributario: il consolidato fiscale internazionale è...
Il consolidato fiscale internazionale è un sistema opzionale – irrevocabile per almeno 5 anni – cui possono accedere i Gruppi societari legati da partecipazione di controllo.

I requisiti richiesti per l’accesso al consolidato internazionale sono:

  • residenza in Italia della società controllante;
  • identità di periodo d’imposta;
  • revisione dei bilanci della società controllante e delle società controllate;
  • consolidamento obbligato di tutte le società partecipate estere.

La determinazione di un’unica base imponibile in misura corrispondente alla somma algebrica degli imponibili di ciascuna delle società appartenenti al Gruppo, corrispondente alla quota di partecipazione direttamente o indirettamente posseduta, dà luogo a un sistema di consolidamento della percentuali degli imponibili che permette di realizzare gli stessi principi enunciati
nel consolidamento fiscale nazionale, tranne che per il:

  • mantenimento del principio del valore normale per i beni e i servizi scambiati fra società residenti e non residenti consolidate;
  • riconoscimento delle imposte pagate all’estero con modalità tali da evitare effetti di doppia imposizione economica e giuridica in detrazione dell’imposta consolidata;
  • concorso prioritario dei redditi prodotti all’estero alla formazione del reddito imponibile al fine di consentire l’utilizzo del credito per le imposte pagate all’estero;
  • semplificazione della determinazione della base imponibile delle controllate non residenti.
Scarica il documento