BOX – NEWSLETTER


Ricerca in corso...

Diritto fallimentare
E’ valida l’accusa di bancarotta fraudolenta distrattiva e documentale per il titolare, apparentemente solo formale, di una società operante nel campo dell’abbigliamento. A nulla è valsa la tesi difensiva dell’uomo che si è dichiarato mera “testa di legno” in ambito societario

I libri del Commercialista Telematico
Siamo alla settimana di Ferragosto e vi segnaliamo un nuovo giallo della saga del Bar Lume che è incentrato su una una spinosa questione ereditaria: un piacevole stacco dopo le fatiche delle dichiarazioni dei redditi.

Contenzioso e processo tributario
E’ principio consolidato che il ricorso per Cassazione, in ragione del principio di autosufficienza deducibile dall’art. 366 c.p.c., deve contenere, a pena d’inammissibilità, tutti gli elementi atti a rappresentare le ragioni per cui si chiede la cassazione della sentenza di merito e, altresì, a permettere alla Corte di Cassazione la valutazione della fondatezza di tali ragioni, senza la necessità di far rinvio o di accedere a fonti esterne allo stesso ricorso e, quindi, a elementi o atti attinenti al pregresso giudizio di merito

Per farci compagnia in questa settimana di Ferragosto proponiamo un numero di Fiscus che punta il mouse sull'adempimento principe dell'estate, per sciogliere gli ultimi dubbi residui ed essere letto anche sotto l'ombrellone. In particolare ci soffermiamo su alcuni dubbi segnalati dai nostri lettori: la compilazione del quadro RR relativo ai contributi previdenziali, il quadro RF della dichiarazione delle società di capitali, il caso di errata od omessa trasmissione della dichiarazione e riconoscimento dei crediti effettivamente esistenti

Professione Consulente
In tema di fattura elettronica, uno degli aspetti da affrontare è quello che riguarda le modalità di ricezione. In questa prima puntata degli approfondimenti curati dal Dott. Luca Salvetti facciamo il punto della situazione su funzionalità e problematiche di ciascuna modalità

Consulenza del lavoro
Le domande per fruire dei riposi giornalieri per allattamento e quelle per l’assegno di maternità dello Stato possono essere inoltrate solo in via telematica: le specifiche modalità e casistiche della domanda

Il decreto Dignità introduce una nuova disciplina in tema di “Misure per il contrasto alla ludopatia”. Certo resta il fatto che la disciplina prevista potrebbe non essere sufficiente a contrastare anche gli effetti legati al gioco illecito. A tal proposito, la Corte di Cassazione ha scritto un’ulteriore pagina di condanna al fenomeno dei cosiddetti CTD, che svolgono, nella sostanza, attività di raccolta scommesse senza autorizzazione

1) Modalità di fruizione dei permessi e del congedo straordinario: chiarimenti
2) Prospetto per la negoziazione in un mercato regolamentato: documento Consob
3) Fisco: Entrate, operazione trasparenza: online risposte interpelli cittadini
4) Ok all’aliquota Iva del 22% sulla cessione di alimenti per cani e gatti
5) Regime IVA del servizio di ricerca in materia di investimenti
6) Spetta la detrazione Iva sulle note debito emesse da un consorzio a una succursale estera
7) Patente di spedizioniere doganale: riaperti i termini per la presentazione della domanda
8) Truffe online: tentativo di phishing con falsa pagina INPS

Consulenza del lavoro
Pubblicata la Direttiva in materia di distacco all’interno dell’Unione Europea che garantisce tutele maggiori ai soggetti distaccati: tutto ciò si è reso necessario allo scopo di garantire normative cd. “anti-dumping”, in contrasto cioè con l’attività del “falso distacco” che consente di godere di regimi più vantaggiosi

Contenzioso e processo tributario
Qual è la vera natura dei termini tributari? E’ ancora ammissibile, nell’anno 2018, che per il contribuente i termini siano perentori e passibili di sanzioni mentre invece per l’Amministrazione Finanziaria siano solo ordinatori? È ancora sostenibile una così grande asimmetria a favore di una delle due parti?

Contenzioso e processo tributario Società
Sussiste la possibilità della esenzione della responsabilità in caso di dimostrazione dell’omessa gestione dell’attività da parte del socio di società a ristretta base. Qualora sia accertata a carico di una società di capitali l'esistenza di utili occulti, non si può automaticamente desumere la riscossione degli stessi ad opera dei soci, essendo ipotizzabili con ugual grado di probabilità, conclusioni diverse come, ad esempio, la creazione di riserve occulte da destinare agli usi più diversi, l'appropriazione indebita degli utili da parte di amministratori o/e soci disonesti, all'insaputa degli altri soci, o la loro destinazione alla creazione di fondi occulti per il pagamento di poste passive non contabilizzate

Contenzioso e processo tributario
Nel rispetto del principio del doppio binario esistente fra giustizia penale e fiscale, è consentito alla parte che vi abbia interesse di produrre la sentenza penale di assoluzione del contribuente o il decreto di archiviazione, nel giudizio tributario, potendo, la stessa, costituire prova documentale. Peraltro, il giudicato penale non fa stato nel contenzioso tributario, rimanendo libero il giudice di quest'ultimo di valutare liberamente i fatti accertati nel corso del procedimento penale. In particolare, la valutazione ponderata del suddetto giudicato deve essere preceduta dalla considerazione che la soglia probatoria richiesta dall'ordinamento per ritenere affermata la responsabilità penale non è la medesima richiesta per ritenere accertati i fatti di sottrazione di materia imponibile contestati dall'Amministrazione finanziaria

Modello Redditi - Unico Studi di settore
Disciplinato dall'Agenzia delle Entrate l'accesso, per il solo periodo di imposta 2017, al regime premiale per 155 studi di settore, di cui uno relativo ad attività di lavoro autonomo e due relativi sia alle attività di impresa che di lavoro autonomo (studi con doppio quadro contabile), per i quali risultano approvati determinati indicatori di coerenza economica

L’Agenzia delle entrate ha chiarito che la corretta applicazione del regime forfetario disciplinato dalla legge n. 398/1991 è subordinata all’osservanza dei requisiti sostanziali. Pertanto eventuali violazioni di tipo formale non determinano la decadenza dal beneficio. L’Ente sportivo dovrà però dimostrare di essere in possesso di tutti i requisiti previsti dalla legge. Il quesito che è stato posto all’Agenzia delle entrate riguardava un’associazione sportiva che fruiva del predetto regime e che aveva omesso di annotare i corrispettivi percepiti. L'Amministrazione finanziaria si è tuttavia espressa in favore del contribuente

IVA
In questa pillola di fattura elettronica trattiamo il caso dell'indirizzo telematico: il primo dubbio che assale tutti gli operatori è proprio quello dell'indirizzo di spedizione della fattura elettronica

IVA
Lo split payment è un meccanismo contabile introdotto nell’anno 2015 per tentare di fronteggiare il problema del recupero dell’Iva da parte dell’Erario, dovuto essenzialmente ai forti ritardi dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione. Il regime dello split payment è stato oggetto di diverse modifiche nel corso degli ultimi due anni, l’ultima è proprio di questo mese. In questo intervento cerchiamo di fare una sintesi semplice ed aggiornata, per consentire a noi tutti di poter applicare il meccanismo della scissione dei pagamenti con chiarezza

Consulenza del lavoro
Come ogni anno risulta utile approfondire il comportamento corretto da adottare da parte dell'azienda che, in assenza dello studio professionale, debba comunicare un’assunzione o un infortunio alle Amministrazioni competenti al fine di evitare le specifiche sanzioni

IVA Professione Consulente
Lo strumento utile a racchiudere le informazioni obbligatorie ai fini IVA e l’indirizzo telematico (se registrato) è il codice a barre bidimensionale, detto comunemente QR-Code. Grazie al QR-Code è possibile automatizzare una parte del processo di fatturazione riducendo al contempo gli errori spesso commessi in fase di predisposizione della fattura. Qualora l’emittente sia dotato di apposito lettore, egli potrà infatti acquisire automaticamente i dati fondamentali per l’emissione della fattura grazie alla semplice scansione del codice bidimensionale. In alcuni casi, secondo indiscrezioni degli operatori di mercato, sarà lo stesso acquirente a generare la fattura elettronica a lui destinata, mostrando il QR-Code a un lettore di presidio al pagamento (es. distributori di benzina in modalità Self-service)

1) Sisma: a chi indirizzare le istanze per richiedere il rimborso del canone TV
2) Sgravio contributivo per la conciliazione tra vita professionale e privata
3) Procedimento penale e prescrizione triennale dei dazi
4) Notifica del ricorso via PEC sempre valida
5) Al vaglio della Consulta la notifica degli atti a mezzo raccomandata postale
6) Regime pro “rimpatriati”: nuovi chiarimenti
7) Zona franca sisma Centro Italia: ok a nuovi elenchi di beneficiari
8) Entrate tributarie: nel primo semestre 2018 gettito a 198,5 miliardi
9) Pianificazione dei patrimoni: nuova sfida per i commercialisti
10) Milleproroghe: ok Senato con 148 sì, passa alla Camera

Auto & Fisco IVA
Come ormai ben noto, il legislatore è intervenuto per prorogare al 1° gennaio 2019 il termine di entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di benzina e gasolio da autotrazione effettuate presso impianti stradali di distribuzione. È invece rimasto fermo il termine del 1° luglio 2018 per l’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica relativamente alle altre tipologie di cessioni di benzina e gasolio per autotrazione effettuate verso soggetti passivi IVA, ossia per tutte quelle che non vengono effettuate presso la rete di distributori stradali

1) Considerazioni sul regime fiscale del prestito vitalizio ipotecario
2) Servizio pec commercialisti
3) INAIL: denunce di infortunio di agosto, possibile PEC o raccomandata da parte dell’azienda
4) Trasformazione delle domande di disoccupazione agricola e NASpI
5) Modifiche al decreto dignità: stop alla tenuta dei registri Iva; niente spesometro per i produttori agricoli
6) Approvare dal CDM le disposizione integrative e correttive del Codice del terzo settore
7) Sisma centro Italia: rimborso del canone Rai
8) Voucher digitalizzazione PMI, proroga termine
9) Fisco: cartelle ad agosto 2018 “congelate”
10) Commercialisti: stop alle sanzioni accessorie per la violazione dell’obbligo formativo
11) FNC: fondo di solidarietà per il settore delle attività professionali
12) Prassi INPS

IRPEF
Sono gli ultimi giorni prima del pagamento delle imposte dovute per il modello Redditi 2018. A grande richiesta dei nostri lettori proponiamo un ripasso per le detrazioni IRPEF relative alle spese di istruzione non universitarie, dopo le variazioni stabilite dalla Legge di Bilancio 2017 la casistica si presenta in modo frammentario

Contenzioso e processo tributario
Nel processo tributario telematico l’opzione di una parte per la presentazione del ricorso cartaceo o telematico non può vincolare l’altra parte. La giurisprudenza di merito si pronuncia ancora una volta sul tema del processo tributario telematico ossia sulla possibilità del ricorrente di presentare il ricorso cartaceo o telematico e la parte resistente a non essere vincolata da tale scelta

IRAP
Ai fini della determinazione del valore della produzione rilevante ai fini IRAP, è legittima la contestazione di costi da parte dell'Amministrazione finanziaria, effettuata sulla base del principio civilistico d'inerenza e conseguente alla violazione del principio di veridicità nella redazione del bilancio. Bisogna privilegiare un'interpretazione sostanzialistica del sindacato sulla correttezza dell'appostazione nel conto economico di voci non conformi ai principi contabili

IVA
La cessione del credito rappresenta uno degli istituti attraverso cui è facilmente ottenibile della liquidità immediata per le imprese. Solo il credito Iva emergente dalla dichiarazione annuale può essere ceduto. Ai fini della cessione del credito Iva annuale chiesto a rimborso, è necessario notificare all’ufficio delle Entrate territorialmente competente l’avvenuta cessione del credito. Tale cessione deve risultare da atto pubblico o da scrittura privata autenticata. Con l’obbligo, per il cedente, di inviarne copia autentica al suddetto ufficio

Con eccezione dell'ipotesi di continuazione tra reati omogenei, e fermo restando il rispetto del limite massimo previsto per la specifica sanzione accessoria da applicare, in caso di pluralità di reati tributari unificati dalla continuazione, la durata della pena accessoria deve essere uniformata a quella della pena principale inflitta

1) Scambio automatico informazioni: è attiva la consultazione pubblica
2) Bonus pubblicità, definiti modello e modalità di fruizione del credito
3) Trattamenti di mobilità in deroga per i lavoratori delle aree di crisi industriale complessa
4) Prepensionamento dei lavoratori dipendenti poligrafici di aziende editoriali
5) Nuove incompatibilità degli ausiliari e dei coadiutori nominati nelle procedure concorsuali
6) Pubblicate in consultazione proposte di emendamenti ad alcuni principi contabili
7) Fiscalità internazionale: le nuove linee di intervento OCSE, USA e UE a confronto
8) Studi di settore: ultimo appuntamento per il regime premiale
9) Utilizzo di “macchine utensili”: interconnessione con dati in uscita
10) Aliquote Iva sulle cessioni di tartufo

Diritto fallimentare IVA
Il pagamento dell’IVA finanche parziale da parte di un imprenditore insolvente proposto nell’ambito di un procedimento di concordato preventivo può corrispondere ad uno strumento di efficace tutela della riscossione effettiva delle risorse proprie dell’Unione europea, necessario alla sopravvivenza della stessa e, pertanto, di rilevanza pubblica. Tale conclusione ebbe un’efficacia dirompente nel nostro ordinamento tributario, tant’è che il legislatore decise di adottare scelte conformi adottando delle modifiche nell’ambito dell’art 182-ter che superassero l’interpretazione secondo cui il tributo IVA doveva considerarsi irrinunciabile perché costituente una risorsa propria dell’Unione europea

1) Nelle associazioni i principi di democraticità richiesti dall’art. 148 Tuir vanno rispettati in concreto
2) Spetta il bonus prima casa se l’altra abitazione viene locata
3) Cartella di pagamento nulla se manca l’avviso bonario
4) Verifica della Guardia di Finanza dietro denuncia anonima: occorrono sempre i gravi indizi per accedere nell’abitazione
5) Fisco e sport dilettantistico: chiarimenti a tutto campo per ASD e SSD
6) Non è grave la mancata comunicazione alla Siae dell’opzione per il regime della legge 398/1991
7) Tracciabilità dei pagamenti e dei versamenti per le quote sociali della ASD
8) Decadenza dal regime agevolato nel caso di superamento del limite dei 400mila euro
9) Conseguenze in caso di tardiva presentazione del modello Eas
10) Trattamento fiscale della cessione dei diritti alla prestazione sportiva dell’atleta

Contenzioso e processo tributario
La prova di prelevamenti ingiustificati dal conto bancario effettuati dal professionista per conseguire ricavi spetta all’Amministrazione finanziaria. Non è operabile l’equiparazione tra attività d’impresa e attività libero professionale al fine della presunzione dei prelevamenti eseguiti sui conti correnti bancari

1 2 3 132
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it