Terzo settore: pubblicato in GU il decreto per le attività diverse

di Angelo Facchini

Pubblicato il 28 luglio 2021

E’ stato pubblicato sulla GU n. 177 del 26 luglio 2021 il decreto del Ministero del lavoro riguardante l’individuazione di criteri e limiti delle attività diverse da quelle di interesse generale esercitabili dagli enti del Terzo settore. I tratti caratterizzanti sono: la strumentalità e la secondarietà. Si possono considerare strumentali quando le attività sono finalizzate a supportare, sostenere, promuovere o agevolare il perseguimento delle finalità istituzionali dell’ente del Terzo settore. Per la secondarietà è necessario che: i ricavi da attività diverse non siano superiori al 30% delle entrate complessive e al 66% dei costi complessivi dell’ente del Terzo settore.