Piccoli professionisti: esonero provvisorio dall’applicazione della ritenuta d’acconto

di Angelo Facchini

Pubblicato il 17 marzo 2020

Per i piccoli professionisti con sede/domicilio fiscale nel territorio dello Stato con ricavi o compensi non superiori a euro 400.000 nel periodo di imposta 2019, i ricavi e i compensi percepiti nel periodo compreso tra la data di entrata in vigore del Dl e il 31 marzo 2020 non sono assoggettati a ritenuta d’acconto Irpef, a condizione che nel mese precedente non abbiano sostenuto spese per prestazioni di lavoro dipendente o assimilato.