Pensioni: è l’ora di quota 103

di Angelo Facchini

Pubblicato il 23 novembre 2022

La manovra di Bilancio 2023 introduce un nuovo schema di anticipo pensionistico denominato “quota 103”. Si potrà andare in pensione con almeno 41 anni di contributi e 62 anni di età anagrafica; chi resterà al lavoro oltre questa soglia, potrà usufruire del rifinanziamento del bonus Maroni, con una decontribuzione del 10%. Sarà anche presente una finestra mobile pari a tre mesi per il lavoro privato e di sei mesi per il lavoro pubblico.