Lavoro: per l’assunzione degli stranieri occorre il placet del professionista

di Angelo Facchini

Pubblicato il 25 luglio 2022

Per poter assumere un cittadino extracomunitario occorre il placet di un consulente del lavoro, o di un avvocato o commercialista che svolgano attività di consulenza del lavoro. Lo stabilisce il decreto n. 73/2022 con riferimento ai soli ingressi relativi agli anni 2021 e 2022; il tutto è necessario per “semplificare” la procedura di controllo dello Sportello unico dell'immigrazione. Si tratta di un'asseverazione attestante, sotto la responsabilità, anche penale, di chi la rilascia, la regolarità e «congruità» dell'istanza di nulla osta presentata dal datore di lavoro. Maggiori informazioni nella circolare INL n. 3/2022.