Lavoro: bonus rioccupazione

di Angelo Facchini

Pubblicato il 18 gennaio 2021

Il datore di lavoro che assume lavoratori in CIGS beneficiari dell’assegno di ricollocazione ha diritto all’esonero dal versamento del 50% dei contributi previdenziali a suo carico (esclusi i premi e contributi dovuti all’INAIL) nel limite massimo di importo pari a 4.030 euro su base annua. L’incentivo in oggetto è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, rientrano nel campo di applicazione dell’agevolazione anche i rapporti di apprendistato e i rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro. Il periodo agevolato è: 12 mesi, in caso di assunzione con contratto a tempo determinato; 18 mesi, in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato e di trasformazione a tempo indeterminato.