Lavoro: agevolazioni per giovani agricoltori

di Angelo Facchini

Pubblicato il 19 febbraio 2020

La legge di bilancio ha previsto un esonero contributivo del 100% per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali, con età inferiore a 40 anni,  che si iscrivono la prima volta alla previdenza agricola tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2020. L’esonero è attribuito, ferma restando l'aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, per un periodo massimo di 24 mesi; non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente e deve rispettare il massimale previsto dal “de minimis”.