Il ravvedimento operoso allarga le sue maglie

di Angelo Facchini

Pubblicato il 13 maggio 2022

L'Agenzia delle entrate, con la circolare n. 11 del 12 maggio 2022, chiarisce un punto di operatività del ravvedimento operoso di cui all’art. 13 del Dl n. 472/1997. In particolare vengono meno gli ostacoli alla regolarizzazione delle violazioni tributarie caratterizzate da condotte fraudolente, con particolare riferimento a quelle connesse all'utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti: anche per questi illeciti costituenti reato è esperibile il ravvedimento operoso.