Credito d’imposta per immobili ad uso non abitativo: più ampia la portata

Credito d’imposta per immobili ad uso non abitativo: più ampia la portata

Cambia ancora la portata del bonus affitto per canone di locazione degli immobili a uso non abitativo. Gli emendamenti al decreto Rilancio approvati dalla Commissione Bilancio ed in attesa di essere convertito in legge entro il 18 luglio, lo estendono anche alle imprese esercenti attività di commercio al dettaglio, con ricavi o compensi superiori a 5 milioni di euro; eliminano il vincolo della diminuzione del fatturato o dei corrispettivi per alcuni comuni colpiti da eventi calamitosi o per le imprese che hanno avviato l’attività nel 2019. Il credito d’imposta può essere ceduto al locatore al posto della parte di canone corrispondente.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it