Cassetto fiscale dei contribuenti: al professionista incaricato serve maggior tutela

E’ indicata maggiore attenzione da parte del professionista incaricato a consultare il cassetto fiscale dei propri clienti. Il cassetto fiscale è un “magazzino” di dati del contribuente, fatto per il quale, il professionista deve cautelarsi per evitare contestazioni a proposito dell’accesso a questi dati: lo deve fare nel contratto di incarico professionale e nell’informativa privacy. In base all’art. 23 del Dl 1/2024 (decreto semplificazione), il cassetto fiscale conterrà tutti gli atti e le comunicazioni gestiti dall’Agenzia delle entrate, compresi i ruoli dell’Agenzia delle entrate-Riscossione; le regole tecniche e amministrative per la messa a disposizione, l’accesso e l’utilizzo dei servizi digitali ai contribuenti e agli intermediari da loro delegati dovranno essere stabilite con uno o più provvedimenti del direttore dell’Agenzia delle entrate, sentito il Garante privacy.

01 febbraio 2024