Cassazione: l’indebita compensazione deve risultare dal modello F24

di Angelo Facchini

Pubblicato il 7 novembre 2019

La sentenza n. 44737 depositata il giorno 5 novembre 2019 della Corte di Cassazione, chiarisce che il reato di indebita compensazione dei crediti può essere provato solo se risulta dal modello F24. Il modello, infatti, è l’unico mezzo utile ad effettuare le compensazioni.