Alert del fisco a rischio di peggioramento del rating

di Angelo Facchini

Pubblicato il 5 luglio 2022

Gli alert del fisco circa il mancato pagamento dell’Iva dovuta per il primo trimestre 2022 rischiano di peggiorare il rating bancario riferito alle classificazioni delle imprese ai fini della concessione del credito. Le decisioni dipenderanno dall'approccio che ogni singola banca sceglierà di adottare. L’Agenzia delle entrate, sommersa dalle critiche, si difende precisando che le segnalazioni sono un obbligo di legge imposto dall'art. 30 sexies, recepito all'interno del Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza (Ccii, dlgs 14/2019) con l'art. 25 novies, che entrerà in vigore il prossimo 15 luglio, a seguito delle ulteriori modifiche apportate al Ccii nel Dl n. 83/2022 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 1° luglio scorso.