Agenzia entrate riscossione: Faq dopo il decreto Cura Italia

di Angelo Facchini

Pubblicato il 23 marzo 2020

L’Agenzia entrate/riscossione ha pubblicato sul proprio sito alcuni chiarimenti necessari dopo la pubblicazione del decreto Cura Italia. Il decreto prevede la sospensione di tutti i versamenti in scadenza nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020, derivanti dalle cartelle di pagamento, dagli avvisi di accertamento esecutivi e dagli avvisi di addebito, che dovranno tuttavia essere pagati entro il 30 giugno 2020. Si sospendono, inoltre, sempre per lo stesso lasso di tempo l’invio di nuove cartelle e la possibilità per l’Agenzia di avviare azioni di riscossione, come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti. Sono differiti al 31 maggio 2020 i termini per il pagamento della rata della "Rottamazione-ter", scaduta il 28 febbraio 2020 e quella del "Saldo e stralcio” in scadenza il 31 marzo 2020. I servizi online sono disponibili h24 sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it e sull’App Equiclick.