Omesso o ritardato versamento contributivo: cambiano i tassi applicati

di Antonella Madia

Pubblicato il 12 settembre 2022

Con l'aumento dei tassi di interesse di 50 punti base da parte della BCE per le operazioni di rifinanziamento principali dell'eurosistema, si avrà anche un aumento dei tassi applicati all’omesso o ritardato versamento contributivo da parte dei datori di lavoro.
Per tale ragione l'INPS è ritornato in argomento, specificando quali saranno i tassi di interesse dovuti con decorrenza dal 27 luglio 2022.

Cambio del tasso di interesse in aumento per omesso o ritardato versamento contributivo

omesso ritardato versamento contributivoL'INPS è recentemente intervenuto per segnalare la variazione del tasso di interesse di dilazione e di differimento delle somme aggiuntive per omesso o ritardato versamento dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti da parte dei datori di lavoro.

Ciò accade in quanto la Banca Centrale Europea ha innalzato di 50 punti base il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell'eurosistema con la Decisione di politica monetaria del 21 luglio